Benvenuti a Pescara, la città parcheggio

Fiab Pescarabici disapprova fermamente la scelta dell’Amministrazione comunale di adibire a parcheggio per le automobili via Castellamare Adriatico, alias Strada Parco.

Si tratta di una scelta che danneggia in modo grave l’ambiente cittadino, attirando centinaia di automobili nel centro urbano già congestionato per il  traffico veicolare, con l’inevitabile aumento delle emissioni di gas nocivi nell’atmosfera e conseguenti danni alla salute dei cittadini.

Con la riproposizione di questa inopportuna iniziativa l’Amministrazione contraddice le stesse linee programmatiche del Piano urbano della mobilità sostenibile, presentate  lo scorso anno, e che saranno riproposte nella iniziativa in programma per il prossimo 3 giugno a sostegno dell’uso della bicicletta e del trasporto collettivo!

In realtà, siamo di fronte all’ennesimo cedimento di Palazzo di Città alle richieste dei commercianti di Pescara circa l’aumento dei parcheggi in centro.

Il parcheggio sull’ex tracciato non giova all’economia locale e non funge da elemento attrattore per chi non vive nel territorio cittadino: lo dicono i dati del 2016 e del 2017 disponibili addirittura sul sito web del Comune di Pescara, in particolare su quello di Pescara Parcheggi (http://www.pescaraparcheggi.it/2018/01/08/sondaggio-strada-parco/). Infatti, nel biennio passato hanno utilizzato l’ex tracciato per la sosta delle automobili prevalentemente pescaresi o cittadini di Montesilvano, di età compresa tra 35 e 50 anni e con una o due persone a bordo. Insomma i 900 posti auto dell’ex tracciato ferroviario non servono alle famiglie, non servono alle persone impossibilitate ad utilizzare mezzi alternativi all’automobile, non servono  a chi non vive a Pescara! E allora, a chi servono vorremo sapere?

Comments are closed.