Parcheggi in seconda fila? Un attimo ..

Pescara – Una mattina della settimana scorsa, verso le 10,00, ci siamo ritrovati a passare lungo via Cavour, nel tratto che va dalla strettoia su rialzo, antistante la scuola, adesso chiusa, e Piazza Duca. La strada, a senso unico, piena di esercizi commerciali e anche sede di un ufficio postale, è sufficientemente ampia da poter accogliere 4 auto affiancate, e quindi viene utilizzata dagli automobilisti per tutta la sua larghezza. Come?

Un parcheggio a destra, uno a sinistra, una corsia a sinistra, o a destra, come torna più comodo, per il terzo parcheggio, quello in doppia fila, e l’ultima corsia per la marcia. A qualcuno fa piacere utilizzare anche qualche passo carraio e all’occorrenza le strisce pedonali. Siccome c’è ancora un po’ di spazio, viene utilizzato dai SUV per sostare anche in un tratto di zona pedonale, che è comodo perché di fronte c’è il bar.
Spazi per le biciclette? Non pervenuto. I pedoni? Se non trovano occupato il marciapiede, be, possono tranquillamente passare lì.
Ma, qualcuno si chiede, quelli parcheggiati in seconda fila, o sulle strisce pedonali, o davanti ai passa carrai? Eh, un attimo, un minuto, e che cavolo!!

Comments are closed.