domenica, Febbraio 25, 2024
spot_img
HomePiste ciclabiliVia D'Annunzio ciclabile

Via D’Annunzio ciclabile

Alla c.a.

  • Sig. Sindaco
  • Assessorato Mobilità
  • Assessorato Manutenzioni
  • E p.c. Organi di informazione

Torniamo sulla questione, affrontata in una nostra prevedente mail, del nuovo asfalto  messo in opera lungo via D’Annunzio, dalla rotatoria del “Rampigna” fino a Via Conte di Ruvo, lato Tiburtina, in occasione del passaggio della carovana del Giro d’Italia.

Abbiamo notato che alcune linee di segnaletica orizzontale sono state già tirate e i tracciati  sembrano già essere evidenti, destando in noi alcune nostre perplessità e preoccupazioni.

Ci piacerebbe poter essere coinvolti nelle decisioni, ma nel frattempo crediamo di dover rimarcare alcune richieste, che in parte ci sembrano già disattese.

Fra queste crediamo si sia già deciso di mantenere la larghezza delle presunte corsie ciclabili,  tali perché non ancora disegnate, al minimo di 1,5 m, quando nella nostra precedente nota si chiedeva di salire a 2 m.

Torniamo a chiedere di dare finalmente continuità al tratto che viene da sud e che, una volta superata la Cattedrale di San Cetteo, fino ad oggi veniva incredibilmente dirottato su un binario lasciato morire dentro piazza Garibaldi, per poi riprendere vita all’inizio del Ponte D’Annunzio, appena dopo C.so Manthonè. Al suo posto un parcheggio per 10 posti auto che toglie naturale continuità all’itinerario ciclabile, a cui sarebbe necessario dare la precedenza.

Lascia perplessi il “settaggio” a due corsie sull’altro fronte del ponte, lato monte, dove si nota una sovrapposizione di tracciati, ad oggi fuori carreggiata, di cui sfugge il disegno finale. Sta di fatto che ad oggi sembra che per la corsia preesistente non ci sia spazio.

Rammentiamo, inoltre, la necessità di rivedere l’assetto funzionale della rotatoria di piazza Martiri DAlmati e Giuliani (Rampigna), dove la corsia ciclabile esterna a nostro avviso con risponde a criteri di praticità e sicurezza, essendo inoltre il tracciato perennemente occupato da auto  parcheggiate.

Non ultima, la corsia preesistente lungo via Conte di Ruvo, direzione ovest est, inclusa in quella preferenziale miei bus, sembra non abbia spazio seppur le bici abbiano li la possibilità di transitare come si evince dalla segnaletica verticale.

Per quanto sopra, nel chiedere un incontro informativo, si resta in attesa di un cortese riscontro.

RELATED ARTICLES

Altri nostri eventi