Prima pedalata lungo l’Adriatico

COSTA ADRIATICA (2 giugno) – Centinaia di ciclisti hanno partecipato alla prima edizione della “Biciclettata adriatica“, ciclostaffetta sul cosiddetto “corridoio verde adriatico” (della rete italiana di BiciItalia promossa dalla FIAB) con lo scopo di sensibilizzare cittadini e istituzioni sui temi della mobilità sostenibile. In sostanza, non si è trattato solo di fare una passeggiata all’aria aperta, ma di testimoniare la richiesta agli amministratori in primis di un cambiamento di mentalità che deve mettere il cittadino al centro delle politiche urbane e territoriali degli Enti: non solo piste ciclabili, ma città ciclabili. L’obiettivo di fondo, infatti, è che da questo asse portante adriatico si sviluppino, in concomitanza con i diversi insediamenti urbani, le reti locali di mobilitià ciclistica in grado di soddisfare le esigenze degli utenti della strada che vogliono usare un mezzo di trasporto alternativo all’automobile. [slideshow id=20]

Coinvolte due Regioni (Marche e Abruzzo), quattro province (Ascoli Piceno, Teramo, Pescara e Chieti) e undici comuni in un serpentone di bici partito, in contemporanea, da San Benedetto e da Francavilla, intorno alle ore 8.30, per ricongiungersi a Pineto attorno alle 13.00. La passeggiata, organizzata congiuntamente dai Comuni di S. Benedetto del Tronto, Giulianova e Pineto, nell’ambito del progetto Europeo Civitas, e dal CCiclAT e PescaraBici, ha visto circa 500 i ciclisti coinvolti nelle diverse “stazioni”, con oltre 300 pedalatori giunti a Villa Filiani dove sono stati accolti dal Sindaco Luciano Monticelli, che ha fatto gli onori di casa.  All’arrivo presenti anche, per San Benedetto del Tronto, l’assessore alla viabilità Settimio Capriotti, e per la Provincia di Teramo il consigliere Flaviano Montebello, oltre ai rappresentanti delle associazioni coinvolte nell’organizzazione.

Lascia un commento